.
Annunci online

 
Diario
 


*****

*****


15 agosto 2012

L'arte di salvare l'arte


«Chi salva anche una sola opera d’arte, salva la bellezza», sono parole di Tonino Guerra, poeta, vincitore del premio Oscar nel 1973 per la sceneggiatura di “Amarcord”, film di Federico Fellini. E proprio da una sollecitazione del poeta di Santarcangelo di Romagna nasce una bella storia che oggi è diventata una mostra, “Tesori ritrovati d’Abruzzo: l’arte di salvare l’arte”, che chiuderà i battenti il 7 ottobre e che si svolge nella Rocca Ubaldinesca di Sasso Corvaro in terra marchigiana.
La mostra, curata da Giovanna Di Matteo, Fabio Fraternali e Agnese Vastano, presenta diciotto opere d’arte sacra provenienti dall’Abruzzo e danneggiate dal terremoto del 6 aprile del 2009 dell’Aquila.
Ci svela l’arcano di questa bella storia italiana Salvatore Giannella, giornalista e curatore di “Polvere di sole”, l’ultimo libro di Tonino Guerra di cui è stato amico di lunga data. «L’ultima volta che abbiamo parlato con Tonino dell’Abruzzo è stato per ricordare il terremoto che ha sconvolto l’Aquila. Eravamo riuniti nella giuria del Premio Rotondi ai salvatori dell’arte e ci chiedevamo che cosa poter fare per dare un segnale di solidarietà a quella popolazione. Fui incaricato di un sopralluogo. Con mia moglie Manuela arrivammo in un deposito nella piana del Fucino dove ci fecero vedere le “Madonne” terremotate, decine di opere sacre di grande valore rese irriconoscibili dalla violenza del sisma. Al ritorno, il giurato Tonino Guerra non ebbe esitazioni: “Dobbiamo restaurare quelle Madonne ferite dal terremoto”».
L’appello ha avuto una grande eco e ci sono stati riscontri importanti. Le opere esposte sono state adottate da singoli cittadini, famiglie, imprese e amministrazioni pubbliche. 
All’appello ha risposto un’umanità varia. C’è lo stilista Ottavio Missoni, il primo a farsi avanti, che ha adottato la “Trasfigurazione di Cristo”, proveniente dalla chiesa di Santa Giusta. Sempre dalla stessa chiesa provengono le tele “S.Michele Arcangelo, opera di Vincenzo Conti di Francesco di Sulmona datato 1800, “l’Assunzione della Vergine, opera del XVII sec. attribuita a Giacinto Brandi, “l’Angelo Custode del XVII sec., e “l’Annunciazione, del XVIII sec. C’è Michelangelo Rossi, che sotto le macerie dell’Aquila ha perso la figlia, l’ingegnere aerospaziale Michela. L’amministrazione comunale e la popolazione di Sassocorvaro con in testa il sindaco, Antonio Alessandrini. Un noto imprenditore alberghiero di Pesaro e Urbino, il conte Alessandro Pinoli Marcucci. Il Distretto Lions 108/A, che ha adottato la “Maddalena penitente” dalla chiesa di San Flaviano. E ancora una famiglia di restauratori di Aramengo, in provinica di Asti, la famiglia Nicola, che ha permesso il recupero totale del “Ritrovamento della vera croce” di Giulio Cesare Bedeschini dalla chiesa di San Francesco di Paola, è stata anche promotrice di una raccolta fondi in Piemonte, da Madrid e dal lontano Lussemburgo.
Giovanna Di Matteo, esperta delegata dall’Arcivescovo dell’Aquila, ha coordinato i lavori, mentre le opere in mostra sono state restaurate dai laboratori di Francesca Aloisio, Berta Giacomantonio, L’Aquila, Elisabetta Sonnino, Roma e Nicola restauri, Aramengo.
«[…] noi parliamo di bellezza quando godiamo qualcosa per quello che è, indipendentemente dal fatto che lo possediamo», ha scritto Umberto Eco, mettiamoci in viaggio dunque e godiamo anche noi di questa bellezza ritrovata.


sfoglia     giugno        settembre
 

 rubriche

Diario
Le mie recensioni
Niente di personale
Dall'Italia
Politica
Dal Mondo
Cultura
Racconti
City Room
Bi-fronti
Le grandi mostre
Paz

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

fabrizio de andré
italo calvino
pier paolo pasolini
wim wenders
pier vittorio tondelli
andrea pazienza
paul auster
nick hornby

aNobii_oscar
books brothers
la repubblica_bari
stilos
theorein

giovanni di iacovo
antonio gurrado
cristina mosca
adele parrillo
cristiana rumori
quasirete

peppino impastato
legambiente
wwf
emergency

Blog letto 911817 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom