Blog: http://culturemetropolitane.ilcannocchiale.it

niente di personale



Cina, Russia, Usa e diritti civili
Qui il banner Free Tibet c'é da tanto tempo. Penso sia giusto battersi per questa giusta causa e penso anche che dovrebbe essere innanzitutto la politica ad occuparsi di questo. Questa premessa per dire che su una battaglia per i diritti umani e civili del Tibet ci sono e ci sarò sempre. Detto ciò mi sembra insopportabile, strumentale e demagogico tutto il chiacchiericcio che si è fatto su questo tema a proposito delle Olimpiadi cinesi che si aprono oggi.
Se gli Usa e i tanti cani che abbaiano alla luna, penso ad esempio agli esemplari italici, Gaspari e Meloni, fossero stati coerenti potevano boicottare le olimpiadi e ritirare le delegazioni. Potevano farlo gli Stati Uniti e potevano proporlo al Governo di cui fanno parte i due di cui sopra.
Non lo hanno fatto gli Stati Uniti d’America e non lo hanno fatto altri perché nessuno si può permettere di mettere in discussione il più grande mercato mondiale contemporaneo. La Cina è il Paese senza il quale non si può immaginare il futuro nella nostra società. Un mercato immenso in entrata e in uscita indispensabile all’economia mondiale.
Negli anni ottanta gli Usa boicottarono le olimpiadi di Mosca per motivi analoghi. Fecero quel gesto perché la Russia di quegli anni era marginale rispetto all’economia, non aveva peso. Non contava nulla. Ed esercitarono perciò quella pressione mediatica che li spinse fino alle estreme conseguenze del boicottaggio. Oggi non sono stati in grado di fare analoga cosa con la Cina semplicemente perché non se lo possono permettere.
Non sono più gli unici padroni delle ferriere.
Perciò mi unisco agli appelli per i diritti umani e civili fatti dalle associazioni studentesche, dalle associazioni umanitarie e da tutti quelli che ci credono e manifestano per la libertà in ogni angolo del mondo. Mi dissocio e mi fanno pure un po’ pena a dire la verità, tutti quei cani che continuano ad abbaiare alla luna non avendone alcuna ragione perché avrebbero potuto svolgere un ruolo attivo decisivo e non lo svolto perché l’economia globale e il capitalismo non glielo consente.
Buone olimpiadi a tutti.

Pubblicato il 8/8/2008 alle 13.19 nella rubrica Niente di personale.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web